Aumenti Pensioni 2022 tra conguaglio, inflazione e bonus 150 euro

Sono previste diverse misure di aumento per i pensionati sin dal mese di ottobre 2022 fino a gennaio 2023.

Scadenza

Varie date.

Aumenti pensioni dallo 0,2% per il conguaglio fino all’8% della maxi rivalutazione.

Cosa fare

Gli importi saranno automaticamente erogati ai pensionati aventi diritto.

Aumenti pensioni 2022

Da ottobre 2022 a gennaio 2023 sono previste diversi aumenti per tutte le pensioni.

Come partecipare

Non è necessaria alcuna richiesta, tutti gli importi saranno erogati automaticamente.

A causa dell’irrefrenabile inflazione, già dal mese di ottobre sono previsti diversi aumenti.
Andiamo con ordine:

  • Nei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2022 (tredicesima inclusa) le pensioni riceveranno un aumento pari al 2%.
  • A novembre 2022 ci sarà il conguaglio della rivalutazione, pari allo 0,2% mensile considerando gli arretrati da gennaio 2022 (nel 2021 era stato previsto un valore di riferimento dell’1,7% poi risultato, 1,9%).
  • Sempre nel mese di novembre 2022, per redditi 2021 fino a 20.000 euro è prevista una tantum, un bonus di 150 euro.
  • A gennaio 2023 è prevista una maxi rivalutazione dell’8% che si abbassa al 6% per chi ha ricevuto la rivalutazione del 2% già da ottobre 2022.

Le percentuali sopra indicate saranno applicate su pensioni fino a quattro volte il trattamento minimo: 2.692 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.